News & Media

In che modo la business intelligence sta rispondendo alla situazione di emergenza?

Lo abbiamo chiesto a Katia Porta Facchinetti, Business Intelligence Manager - Direzione Information Technology di MD

24 Aprile 2020 News

 

Katia Porta Facchinetti

Abbiamo incontrato Katia Porta Facchinetti
Business Intelligence Manager - Direzione Information Technology di
MD 
e relatore dell'evento CDO Chief Data Officer

In che modo la business intelligence sta rispondendo alla situazione di emergenza?

Ogni giorno alle 18.00 vengono divulgati dati sull’emergenza , sono pubblicati con andamenti , grafici esplicativi , analisi varie , questo è il modo in cui la Business intelligence sta rispondendo alla situazione di emergenza: sta dando il supporto che da sempre dà e che ora diventa sempre più importante avere. L’analisi dei dati in questo momento è più che mai risulta fondamentale per prendere decisioni. È in un momento come questo purtroppo che emergono criticità o lacune esistenti ed il ruolo di chi lavora nella BI e nel mondo del Big Data deve saper prontamente affrontare per poter dare all’azienda privata o pubblica il necessario supporto.

Quali sono le strategie messe in atto per la ripresa?

Di strategie per la ripresa si parla continuamente , forse il punto è concentrarsi prima sulle criticità che emergono evidenti. Sul lato tecnologico e di innovazione che più si avvicinano alla mia esperienza , sicuramente si va dal banale collegamento internet che non è garantito a tutti  o all’informatizzazione di servizi fino all’investimento nell’ambito di Business Intelligence , Big Data , AI e Machine learnig. Quest’ultimo perché porterebbe a poter monitorare e di analizzare grandi quantità e varietà di dati in arrivo da fonti diverse : basti solo pensare ad una banale app per monitorare lo spostamento del virus di cui si parla in questi giorni , la sua forza è il valore del dato che restituisce e che permetterebbe di indirizzare una strategia