News & Media

Quale sarà il motore delle flotte aziendali nei prossimi anni? Quanto impatta il car sharing in questa evoluzione?

Intervista a EMANUELE MORO Fleet, Business Sales & Remarketing Manager MASERATI

Negli ultimi mesi abbiamo sentito spesso demonizzare le motorizzazioni diesel e parlare sempre in modo più forte di tecnologie ibride o elettriche.

Tutte le case auto si stanno muovendo in questa direzione e quindi il futuro senza dubbio vedrà circolare sempre più vetture con tecnologie "green", il tema più complesso è tuttavia capire quali saranno effettivamente i tempi e le modalità con cui l'attuale parco auto con motori endotermici "tradizionali" potrà essere sostituito in percentuale consistente. Da non sottovalutare e dimenticare un altro aspetto fortemente correlato alle tecnologie, la presenza di adeguate infrastrutture che dovrà avere una capillarità decisamente più evoluta di oggi per poter consentire una veloce diffusione di vetture ibride/elettriche.

Ecco perchè oggi le motorizzazioni diesel continuano ad avere una elevata percentuale di share nella scelta delle aziende/utilizzatori che continuano a percepirne ancora i benefici.

Car sharing e utilizzatori che necessitano di mobilità per piccoli spostamenti e prevalentemente nei centri urbani senza dubbio potranno velocizzare la diffusione e l'inflottamento di vetture elettriche/ibride grazie alle agevolazioni concesse nei grandi centri metropolitani ma anche in questo senso il cambio di mindset è ancora piuttosto lento.

EMANUELE MORO Fleet, Business Sales & Remarketing Manager MASERATI interverrà nel panel "Qual è oggi la scelta del motore più efficace? Si può avere una Green Fleet restando competitivi?" nella sessione ad invito Flotte in Innovauto il 13 febbraio a Milano.