Corpi estranei e biocidi
Sistemi gestionali per la prevenzione e tutela della contaminazione nella produzione alimentare 19 Marzo 20 Marzo 2019, Milano

Programma

Programma della 1° giornata di corso:

Come impostare un’attività di PREVENZIONE e MONITORAGGIO contro gli infestanti garantendo sicurezza e qualità degli alimenti per limitare la penetrazione e proliferazione di infestanti

Valutazione del Rischio di Infestanti (Pest Risk Assessment) dei reparti industriali

  • Cenni sui principali infestanti (Artropodi, roditori) del comparto agroindustriale: biologia e tracce
  • Analisi del rischio Pest e Individuazione dei punti critici della struttura industriale
  • Problematiche e metodologie dei sistemi di monitoraggio e di controllo delle entità infestanti
  • L’importanza della Formazione del personale
  • Cooperazione tra impresa di Pest Control e committente
  • Azioni correttive e tempi di intervento a seguito della presenza degli infestanti.
  • Soglie e limiti critici degli infestanti in relazione agli ambienti in cui vengono trovati

 

Utilizzo degli insetticidi (in contesti di produzione alimentare) in compliance al Regolamento sui Biocidi 528/2012

  • Best Practices per l’impiego dei biocidi presso le industrie agroalimentari
  • Quali principi attivi e formulazioni utilizzare?
  • Esistono strategie alternative
  • L’industria alimentare può eseguire servizi di  disinfestazione/derattizzazione in autocontrollo?
  • Limiti e punti di forza
     

Utilizzo dei rodenticidi (in contesti di produzione alimentare) in relazione alla mitigazione del rischio da anticoagulanti di II generazione come evidenziato dalle nuova biocidi

  • Direttive sull’uso di rodenticidi anticoagulanti in Italia /Europa
  • Come sono cambiate le etichette da parte dei produttori di biocidi
  • Quali sono i rischi per la salute umana /animale ed ambientale
  • Linee guida e misure di mitigazione del rischio nell’uso dei rodenticidi anticoagulanti (uso di trappole a scatto, esche virtuali, ecc)
  • Norme di buona pratica per l’uso delle trappole a colla
  • Resistenza dei roditori ai rodenticidi anticoagulanti: realtà o fantasia?
  • Alternative ai rodenticidi anticoagulanti mantenendo alti gli standard di controllo
  • Piano monitoraggio e di lotta

Strategie di dissuasione nei confronti degli animali non bersaglio

Cicogne, rondini, serpenti, animali selvatici in generale o randagi, considerati specie protette

 

LABORATORIO DIDATTICO CONCLUSIVO

I partecipanti potranno visionare diversi strumenti di monitoraggio e di controllo degli infestanti ed essere guidati verso un’analisi critica.

Attraverso l’osservazione con stereomicroscopio e con lenti manuali si potranno osservare campioni di artropodi ( Blatta orientalis, Blattella germanica, Dermestes maculatus, Lasioderma serricorne, Oryzaephilus surinamensis, Rhyzopertha dominica, Sitophilus granarius, Stegobium paniceum, Tenebrio molitor, Tribolium castaneum, Tribolium confusum, Ephestia kuehniella, Plodia interpunctella, Tineola bisselliella) in vivo e su diversi substrati.

Docenza a cura di:
Guglielmo Pampiglione, Pest Management Consultant, Auditor on Quality Certification

 

Programma della 2° giornata di corso:

Caratteristiche del Pest control urbano

  • Misure di mitigazione del rischio da rodenticidi anticoagulanti
  • Analisi dei rischi, mappatura delle aree critiche
  • Analisi spazio temporale dei monitoraggi
  • Soglie d’intervento e scelta delle azioni correttive
  • Equilibri e loro alterazioni
  • Incidenza economica e sanitaria delle infestazioni
  • Il fenomeno della resistenza agli insetticidi
  • Il ruolo del disinfestatore
  • Tipologie di infestanti
  • Specie a rischio e specie non bersaglio

 

Infestanti URBANI: Biologia dei principali infestanti

  • Identificazione ed analisi dei luoghi di sviluppo
  • Strategie di monitoraggio e controllo

 

Infestanti delle DERRATE: Biocenosi nei cereali immagazzinati

  • Analisi Ecosistema Magazzino: i criteri per il monitoraggio e per la mappatura delle aree critiche
  • Le soglie d’intervento e la scelta delle azioni correttive
  • Biologia dei principali infestanti le derrate alimentari:
    • Coleotteri
    • Lepidotteri
    • Acari
  • Identificazione ed analisi dei luoghi di sviluppo

Docenza a cura di:

Isabella Regazzi Responsabile Tecnico Scientifico Fe.Ma. S.r.l.

 

CASE STUDY: L’esperienza della Grande Distribuzione Organizzata

  • Monitoraggio degli spazi industriali e pianificazione delle attività preventive per il rischio infestanti
  • Verifiche ispettive sui fornitori e sui soggetti critici della filiera effettuati per il rispetto dei prodotti alimentari per ottenere le certificazioni operative
  • Analisi di laboratorio svolte per garantire l’elevato livello di sicurezza per i prodotti freschi
  • Competenze e skills del reparto qualità di una GDO necessarie a fronteggiare la gestione dei corpi estranei
  • Integrazioni possibili fra i reparti di produzione, manutenzione e qualità: strumenti e strategie per la gestione della sicurezza della produzione alimentare lungo la filiera di produzione
  • Modalità di gestione delle segnalazioni dei consumatori