News & Media

BiovelocITA, l’acceleratore italiano biotech a Biotech Congress 2017

BiovelocITA, l’acceleratore italiano per aziende biotech co-fondato da Silvano Spinelli,  ha superato quota 14 milioni di euro. È stato infatti appena deliberato un aumento di capitale pari a 7.245.000 euro attraverso una raccolta fondi seguita da Banca Profilo S.p.A. e Banor Sim S.p.A. che ha coinvolto un  ristretto numero di nuovi investitori privati ai quali si sono aggiunti anche alcuni degli attuali soci. Questo secondo aumento di capitale è andato a sommarsi ai 7,4 milioni di euro già raccolti precedentemente. Complessivamente si tratta di una delle raccolte più consistenti dell’ultimo biennio per una startup italiana.

Con oltre 14 milioni di euro, BiovelocITA consolida il proprio ruolo strategico di acceleratore e trait d’union fra il mondo della ricerca e quello dell’industria nel red biotech, settore sempre più trainante nelle dinamiche macro-economiche del Paese con un fatturato complessivo superiore ai 9,4 miliardi di euro.

►Cos’è BiovelocITA –  È stata fondata a fine 2015 da Silvano Spinelli, Gabriella Camboni e dalla società di Venture Capital Sofinnova Partners, impegnata a livello internazionale nel settore delle life sciences. A poco più di un anno dal suo avvio, BiovelocITA ha già in portafoglio tre importanti progetti in collaborazione con scienziati italiani di primo piano impegnati nella ricerca su malattie genetiche rare, sul diabete e sull’oncologia e invecchiamento cellulare

Gabriella Camboni sarà Speaker al Biotech Congress