Redigere e gestire con efficacia il CONTRATTO di AGENZIA

Programma

LE FIGURE COMMERCIALI CARATTERISTICHE O ATIPICHE
• Quali sono le figure commerciali caratteristiche o atipiche diffuse nella pratica: valutazione e confronto delle differenze e peculiarità
• Come varia la disciplina contrattuale a seconda delle diverse figure professionali

L’ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO PER AGENTI E RAPPRESENTANTI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALL’ACCORDO 2014 PER IL SETTORE INDUSTRIA
• Le caratteristiche principali degli accordi economici:
– disciplina delle provvigioni: maturazione, corresponsione e liquidazione
– i termini di preavviso
– indennità per lo scioglimento del contratto: risoluzione del rapporto, suppletiva di clientela, meritocratica
– patto di non concorrenza: misura dell’indennità all’agente, violazione del patto, penale
• Peculiarità del settore commercio (2009 – 2010) e del settore industria (2014)
• L’impatto sulla redazione dei contratti
– le modalità di individuazione della zona
– l’esclusiva
– le variazioni unilaterali del preponente: zona, prodotti e provvigioni
– la redazione delle clausole contrattuali: patto di non concorrenza e minimo d’affari
– previsione dell’indennità contrattuale

COME GESTIRE LO SCIOGLIMENTO DEL RAPPORTO DI LAVORO
• Durata, risoluzione e recesso nel contratto di agenzia
• I termini del preavviso
• La giusta causa nella risoluzione del contratto: applicabilità dell’art. 2119
• Analisi della casistica: soggetti non iscritti al ruolo, mancata esecuzione per cause imputabili al preponente, fattori imputabili all’agente, variazione della zona e di altri elementi essenziali del contratto
• La clausola risolutiva espressa dopo le Sentenze della Cassazione sulle clausole risolutive espresse
• I termini di impugnazione e decadenza (Collegato Lavoro e Riforma Fornero) e la disciplina dell’appello

DISCIPLINA DELLE PROVVIGIONI E CRITERI DI DETERMINAZIONE
• La retribuzione dell’agente e il diritto alla provvigione
• I termini di corresponsione
• L’inadempimento imputabile nella disciplina delle provvigioni
• Derogabilità
• La restituzione delle provvigioni per il caso di mancato buon fine dell’affare o nell’esecuzione parziale
• Le provvigioni dopo la cessazione del rapporto
• Il compenso per le attività accessorie e i rimborsi spese

L’INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO E L’INDENNITÀ SUPPLETTIVA DI CLIENTELA
• Il calcolo dell’indennità di scioglimento di fine rapporto: come interpretare correttamente l’art. 1751 del Codice Civile, le sentenze della Cassazione e gli accordi collettivi per prevenire i contenziosi
• I parametri e le basi su cui calcolare un compenso equo per entrambe le parti
• L’indennità suppletiva di clientela
• La sentenza “Europea” del 26/03/2009
LE PENALI PER VIOLAZIONE DEL PATTO DI NON CONCORRENZA
• Il patto di non concorrenza alla luce dell’art. 1751 bis del Codice Civile e dell’art. 23 della legge comunitaria 29/12/2000 n.422
• I requisiti del patto: oggetto, zona, durata
• In cosa consiste l’indennizzo dovuto al preponente in caso di violazione
• Profili particolari di violazione: lo svolgimento dell’attività concorrenziale prima della scadenza del termine; il suo svolgimento nella stessa zona geografica nello stesso settore
• Il concetto di identità di clientela, beni e servizi
• Come gestire il patto di non concorrenza stipulato dopo la cessazione del rapporto
• Qual è la rilevanza della posizione di monomandatario o plurimandatario dell’agente

Marco D. A. Saporiti Avvocato STUDIO LEGALE SAPORITI

GLI ADEMPIMENTI FISCALI LEGATI AL CONTRATTO DI AGENZIA
• Regimi contabili
• Regimi fiscali
• Tenuta e conservazione delle scritture contabili
• Libri e registri contabili Adempimenti IVA (inizio, variazione e cessazione attività)
• Detraibilità IVA
• Fatturazione e ritenute d’acconto
• Principi di competenza economica e di inerenza
• Accantonamenti di fine rapporto e indennità
• Gestione rimborsi spese
• Imposte sui redditi
• IRAP
• Riflessi su bilancio e fondi di accantonamento

Massimiliano Martino Commercialista STUDIO MARTINO
ASPETTI CRITICI DEL CONTRATTO INTERNAZIONALE D’AGENZIA
• Come scegliere la legge applicabile: legge italiana, legge del paese della controparte, altre soluzioni
• La prevenzione e la corretta gestione del contenzioso (giudizi ordinari e arbitrati)
• L’indennità di fine rapporto nei contratti internazionali

ENASARCO: ASPETTI CONTRIBUTIVI E PREVIDENZIALI
• Analisi degli effetti della disciplina ENASARCO
• Come gestire le questioni legate agli obblighi contributivi e ai limiti territoriali
• Il contributo fondo previdenza e fondo assistenza
• Il contributo indennità di fine rapporto

SESSIONE PRATICA I – COME CALCOLARE L’INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO
• La Direttiva 86/653/CEE e la sua attuazione
• La sentenza della Corte CE del 23 marzo 2006
• Il calcolo dell’indennità in assenza di applicazione degli accordi economici collettivi:
– scritture contabili e onere della prova
– dal minimo al massimo previsto dalla legge
– le variabili che incidono sul calcolo
• Esempi e comparazioni di calcolo dell’indennità secondo l’AEC 2014 Industria e secondo l’AEC 2009 Commercio
• Orientamenti della giurisprudenza italiana dopo la sentenza della Corte CE del 23 marzo 2006
• Possibili strategie da adottare

SESSIONE PRATICA II – LA REDAZIONE DELLE PRINCIPALI CLAUSOLE CONTRATTUALI
• L’oggetto del contratto
• La durata e le possibilità di risoluzione
• La zona
• L’esclusiva
• I minimi garantiti (fatturato, solvibilità, puntualità)
• Gli eventuali servizi post-vendita
• L’attività promozionale e le forme di pubblicità concordata
• I marchi e i segni distintivi
• I segreti aziendali e commerciali
• Il patto di non concorrenza post contrattuale

Paolo Lombardi Avvocato e Partner Studio Legale ELEXI