Come qualificare e monitorare i trasportatori e i depositi logistica?

pharma-distr

Come qualificare e monitorare i trasportatori e i depositi logistica per garantire le operazioni in outsourcing?

Nella catena distributiva del farmaco i fornitori logistici sono partner molto importanti e il processo di qualifica e monitoraggio garantisce la corretta conservazione del prodotto.

Ogni organizzazione deve possedere una procedura scritta in cui vengano definiti i criteri per la qualifica e il monitoraggio dei fornitori logistici.

I punti salienti della qualifica sono:

  • DOCUMENTAZIONE: autorizzazioni e licenze obbligatorie, certificazioni facoltative. Non bisogna limitarsi ai documenti qualitativi ma anche a quelli di Sicurezza & Ambiente in quanto possono impattare con la conformità del farmaco
  • QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE: fondamentale per effettuare un primo assessment
  • PREAUDIT: hanno lo scopo di verificare la veridicità di quanto dichiarato nel Questionario di Valutazione
  • ACCORDO SCRITTO: importante per definire sia gli aspetti qualitativi che il livello di servizio richiesto (KPI)

Invece gli aspetti principali del monitoraggio sono:

Verifica periodica della documentazione (sono sempre completi e in corso di validità?)

Audit (il partner soddisfa costantemente i requisiti richiesti nell’accordo scritto?)

Non Conformità (il partner ha avuto delle NC? Sono state risolte nei tempi stabiliti? Le azioni correttive definite sono state efficaci?)

Come organizzare gli Audit Interni e gli Audit ai Fornitori terzi per garantire la compliance alle normative vigenti e agli standard aziendali?

Gli audit (interni ed esterni) sono strumenti importantissimi per verificare il rispetto dei requisiti contrattuali e normativi.

Gli audit devono essere condotti secondo i requisiti della norma UNI EN ISO 1911
Le fasi principali dell’audit sono:

  • PREPARAZIONE: è la fase in cui bisogna concordare con l’auditato la data, condividere l’agenda, richiedere la documentazione
  • CHECK LIST: è uno strumento fondamentale che garantisce la completezza delle verifiche e la riproducibilità. La check list non deve contenere solo risposte positive/negative ma deve riportare le evidenze e soprattutto deve esserci una classificazione della gravità (critiche, maggiori, minori)
  • FOLLOW UP: il monitoraggio delle azioni correttive è utile per capire se l’organizzazione le attua nei modi e i tempi concordati

Un riesame della conduzione dell’audit garantisce il costante miglioramento dell’attività.


Istituto Internazionale di Ricerca ha intervistato sulla qualifica dei trasportatori e gli Audit ai Fornitori

MARIA FRANCESCA RIPA

Logistics Compliance & Performance Manager

ANGELINI

Prossimi eventi e corsi


APPROVVIGIONAMENTO e VENDITA di GAS Naturale

Conoscere le dinamiche del Mercato e difendere le marginalità 16 Gen - 17 Gen 2018, Milano

Utility Day 2018

CONSUMERS TRANSFORMING the ENERGY BUSINESS 24 Ott 2018, Milano, AtaHotel Expo Fiera

Retail Awards 2018

La notte del Retail 29 Nov 2018, Milano Atahotel Expo Fiera